L’istruttore sportivo, detto anche allenatore, gestisce programmi di allenamento individuali o di gruppo per insegnare una specifica disciplina sportiva – calcio, basket, pallavolo, nuoto, tennis, rugby, atletica leggera… Si occupa della forma fisica degli atleti e di motivarli a migliorare la propria performance sportiva.

L’istruttore sportivo deve trasmettere ai propri allievi le basi teoriche di uno sport e insegnare la corretta esecuzione pratica dei movimenti e delle tattiche di una disciplina sportiva.

Prepara allenamenti mirati ad acquisire abilità motorie, perfezionare la tecnica e migliorare la preparazione atletica degli sportivi.

Oltre agli aspetti pratici, nello sport sono importanti anche gli aspetti psicologici:

Un istruttore sportivo infatti deve saper motivare i propri allievi, perché rispettino i programmi di allenamento previsti e portino avanti con costanza il processo di apprendimento della disciplina e il miglioramento atletico e sportivo.

Dunque, che cosa fa un istruttore sportivo?

L’allenatore sportivo innanzitutto parte da una valutazione degli allievi, in modo da identificare i punti di forza e le debolezze degli atleti, e su questa base calibrare le proprie lezioni. Elabora un piano di allenamento che combini il potenziamento fisico e atletico con l’approfondimento teorico e tattico della disciplina sportiva.

Allo stesso tempo, l’istruttore sportivo deve insegnare agli allievi le regole della disciplina e farle rispettare da tutti durante la pratica e durante il gioco. Nel caso di sport di squadra, l’allenatore deve anche lavorare per sviluppare uno spirito positivo all’interno del gruppo, tenendo insieme capacità di collaborazione e spirito di competizione.

L’istruttore sportivo poi monitora l’attività fisica e l’esecuzione degli esercizi: dà consigli per ottimizzarne lo svolgimento, corregge eventuali errori prestando attenzione ad evitare affaticamenti e sollecitazioni inadeguate, e cerca di prevenire gli infortuni.

Grazie al continuo monitoraggio, il Coach riesce a valutare i progressi a livello individuale e collettivo e a modificare il programma di allenamento secondo le necessità.

Fornisce inoltre un costante supporto motivazionale ed emotivo agli atleti, di modo che riescano a gestire con la giusta mentalità la fatica, lo stress e la tensione in vista delle competizioni.